venerdì 8 novembre 2013

UN PROTOTIPO DI OPERA PUBBLICA IN CALABRIA



La SIBARI-SILA ovvero  la CALAMIA-MORMORICA

Un'opera pubblica in cui non manca nessuno degli elementi che caratterizzano progettazione appalti ed esecuzione lavori in Calabria. E quando dico nessuno significa proprio nessuno.

Un collegamento vitale per l'economia acrese. Lo "scorrimento veloce" verso la "marina" e verso la Sila. Ho già scritto dello scorrimento veloce verso il fondo valle e l'autostrada.

Un fiume di DANARO PUBBLICO per realizzare l'opera, di cui si interessa il senatore Trematerra, e già questo dovrebbe mettere subito sul chi va là. Si parla di più di 200 milioni. Fa puntate sempre stratosferiche il senatore. Mano a mano che ci si avvicina al progetto si scende a 30 milioni. L'altro senatore, Marini, in combutta con il Presidente della provincia Oliverio, (giusto perchè non manchi nessuno dei POLITICANTI masnadieri che infestano la Calabria da decenni) gli soffiano il finanziamento e cambiano tracciato, non perchè quello precedente sia peggiore - anzi fa schifo lo stesso, per realizzare 2 km e mezzo in posizione trasversale rispetto all'asse Acri-Sibari. Praticamente una circonvallazione per S. Demetrio. E che prevede uno SCEMPIO AMBIENTALE E PAESAGGISTICO immane.
A fine 2008 si aggiudica la gara una DITTA IN ODORE DI MAFIA, anzi, che puzza proprio di mafia da centinaia di chilometri. E che dà i lavori in subappalto a un'altra ditta che emana lo stesso lezzo.
A tutt'oggi i lavori sono al punto documentato dalle foto.
L'opera resterà sempre così - l'ennesima OPERA PUBBLICA INCOMPIUTA - perchè sono finiti i soldi. Il tratto sud finisce di fronte alla montagna dove insiste l'acquedotto comunale di S. Demetrio. Pensavano forse i progettisti e direttore dei lavori di passarvi sotto, scendendo di un centinaio di metri di dislivello...
Non solo, è stata apportata, in prossimità di Casalicchio, una deviazione, perchè scavando sono venuti fuori i famosi FUSTI CONTAMINATI che fra il 1992 e 1999, dalla Terra dei Fuochi sono stati trasportati senza sosta in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Da noi sono stati sotterrati dappertutto, per gentile concessione di un signore che attualmente lavora per la premiata ditta.
Ditemi quale ingrediente manca.


qui finisce la strada...

qui hanno trovato i fusti..










Nessun commento:

Posta un commento